L’Associazione Turistica Pro loco Sinagra fu costituita nel novembre 1979 con atto pubblico redatto dal notaio Liotta Mario di Capo d’Orlando. Qualche mese dopo, con decreto dell’Assessorato Regionale al Turismo, venne iscritta all’Albo Regionale delle Pro Loco. I promotori dell’Associazione iniziarono subito l’attività con un concorso di pittura per ragazzi della scuola media e nell’estate del 1980 diedero vita con successo alla prima Estate Sinagrese. Nel corso degli anni successivi l’attività della Pro Loco si intensificò allargandosi verso vari settori della promozione turistica di Sinagra ed avendo sempre il proprio momento principale nell’organizzazione della Estate Sinagrese. In essa manifestazioni ricreative si affiancano ad altre prettamente artistico-culturali; fra le prime basti ricordare la Sagra delle Anguille abbinata alla Marcia Ecologica, divenuta nel tempo una tradizione importante e ineludibile per il paese. Nel 1991 e nel ’92 la Sagra delle Anguille venne addirittura inserita nel programma dell’Assessorato Regionale al Turismo. Tra le seconde, invece, occorre menzionare le varie edizioni, tenutesi dall’85 al ’92, della mostra di pittura “Sinagrarte” che vide sempre la partecipazione di artisti di livello nazionale, molti dei quali ospitati proprio a Sinagra. Questa manifestazione ha consentito alla Pro Loco la formazione di una collezione di quadri che rappresenta oggi un vero patrimonio artistico per il paese. Le serate estive erano caratterizzate anche da manifestazioni teatrali, di cabaret, e da concerti musicali spesso tenuti da nomi celebri della canzone italiana; basti ricordare i concerti dei Nomadi, di Riccardo Fogli, di Peppino di Capri, etc. Nel dicembre 1984, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, fu organizzata la mostra-mercato denominata “Fiera di Natale” relativa ai prodotti agroalimentari tipici siciliani; essa ebbe rinomanza a livello regionale. Per iniziativa della Pro Loco, inoltre, si è dato inizio già negli anni ’80 alla organizzazione del Carnevale con la sfilata dei carri allegorici; ed ancora, nel periodo natalizio, alla organizzazione del torneo intercomunale di scacchi. Queste manifestazioni si tengono puntualmente ancora oggi a conferma della validità delle iniziative della Pro Loco.

In questi ultimi anni la Pro Loco ha cercato di ridare valore ai tanti beni materiali e immateriali della nostra cittadina: significa trasformare le peculiarità  che le sono proprie in punti di forza e di attrazione; ma significa anche conservare la memoria di un passato che costituisce la base del nostro presente. La nostra Pro Loco si è incamminata ormai da molto tempo in questo cammino, con la convinzione che esso rappresenta la giusta ricetta per uno sviluppo concreto e duraturo, che dia alle nuove generazioni la possibilità di realizzare le proprie aspirazioni senza dover ripiegare o, peggio, decidere di lasciare la propria terra. Molti turisti, arrivati a Sinagra, mi hanno confessato di aver provato la sensazione di trovarsi in un bellissimo presepe dall’atmosfera quasi magica; non posso allora che augurarmi che essa conservi negli  anni quelle caratteristiche che la rendano affascinante  agli occhi dei visitatori e che, soprattutto, rendono noi sinagresi fieri e orgogliosi di essere nati in questa lucente perla dei Nebrodi.